Le Idee Che Mossero Il Mondo Book PDF, EPUB Download & Read Online Free

Le idee che mossero il mondo

Le idee che mossero il mondo

Author: Pino Rauti
Publisher:
ISBN: 8889015381
Pages: 560
Year: 2007

The Path of Cinnabar

The Path of Cinnabar

Author: Julius Evola
Publisher: Arktos
ISBN: 1907166025
Pages: 304
Year: 2009
Julius Evola was a renowned Dadaist artist, Idealist philosopher, critic of politics and Fascism, 'mystic, ' anti-modernist, and scholar of world religions. Evola was all of these things, but he saw each of them as no more than stops along the path to life's true goal: the realisation of oneself as a truly absolute and free individual living one's life in accordance with the eternal doctrines of the Primordial Tradition. Much more than an autobiography, The Cinnabar Path in describing the course of Evola's life illuminates how the traditionally-oriented individual might avoid the many pitfalls awaiting him in the modern world. More a record of Evola's thought process than a recitation of biographical facts, one will here find the distilled essence of a lifetime spent in pursuit of wisdom, in what is surely one of his most important works.
Lord of the World

Lord of the World

Author: Robert Hugh Benson
Publisher:
ISBN:
Pages: 352
Year: 1908

After the Divorce

After the Divorce

Author: Grazia Deledda
Publisher: Library of Alexandria
ISBN:
Pages: 341
Year: 1905

The Old and the Young

The Old and the Young

Author: Luigi Pirandello
Publisher:
ISBN: 1781390223
Pages: 504
Year: 2011-11-01
A historical novel reflecting the Sicily of the end of the 19th century.
La destra e gli ebrei

La destra e gli ebrei

Author: Gianni Rossi
Publisher: Rubbettino Editore
ISBN: 8849805926
Pages: 302
Year: 2003

Americanismo senza America

Americanismo senza America

Author: Pasquale Serra
Publisher: EDIZIONI DEDALO
ISBN: 8822053265
Pages: 182
Year: 2002

Political Violence and Terror

Political Violence and Terror

Author: Peter H. Merkl, Peter Hans Merkl
Publisher: Univ of California Press
ISBN: 0520056051
Pages: 380
Year: 1986-01-01

Fascism: Post-war fascisms

Fascism: Post-war fascisms

Author: Matthew Feldman
Publisher: Taylor & Francis
ISBN: 0415290201
Pages: 528
Year: 2004
The nature of 'fascism' has been hotly contested by scholars since the term was first coined by Mussolini in 1919. However, for the first time since Italian fascism appeared there is now a significant degree of consensus amongst scholars about how to approach the generic term, namely as a revolutionary form of ultra-nationalism. Seen from this perspective, all forms of fascism have three common features: anticonservatism, a myth of ethnic or national renewal and a conception of a nation in crisis. This collection includes articles that show this new consensus, which is inevitably contested, as well as making available material which relates to aspects of fascism independently of any sort of consensus and also covering fascism of the inter and post-war periods.This is a comprehensive selection of texts, reflecting both the extreme multi-faceted nature of fascism as a phenomenon and the extraordinary divergence of interpretations of fascism.
Threats to Democracy

Threats to Democracy

Author: Franco Ferraresi
Publisher: Princeton University Press
ISBN: 1400822114
Pages: 296
Year: 2012-09-17
This book represents the first systematic research by a social scientist on the radical right-wing movements in Italy since 1945. During the heyday of right-wing violence between 1969 and 1980, street aggressions, attacks, and murders were commonplace. These bloody episodes were assumed to be the work of fanatical bands of "political soldiers" and urban warriors loosely controlled by secret services and other covert groups, which used them as part of a "strategy of tension" pursued in domestic and international circles. Franco Ferraresi here acknowledges that these rightist groups were in fact permitted a certain amount of freedom, and even in some cases actually aided, in the hope that revulsion at terrorist tactics would have the effect of mobilizing public opinion in favor of existing political arrangements. However, he also studies the extent to which they operated as autonomous units, while he carefully considers the political heritage, the doctrines, and the ideology that motivated them. With the decline of violent activity on both extremes of the political spectrum in the early 1980s, the theory and practice so comprehensively discussed by Ferraresi seemed to have entered a dormant stage. Ferraresi, however, places in context the recent resurgence of neo-fascist forces in Italy, and of the so-called New Right throughout Europe, together with the rise of fundamentalism in many parts of the world.
Ginevra o L’Orfana della Nunziata

Ginevra o L’Orfana della Nunziata

Author: Antonio Ranieri
Publisher: eBook Free
ISBN:
Pages: 385
Year: 2014-10-25
Al lettore L'autore dichiara che, come non ha inteso di ritrarre in questo libro i costumi della Nunziata in particolare, ma, tolta quindi l'occasione, quelli di tutta la città di Napoli in generale, così non ha inteso né anche di ritrarvi nessun uomo in atto, ma molte nature d'uomini in idea. E però, di chiunque fosse, cui paresse di raffigurarsi in qualcuno dei ritratti che quivi s'incontrano, egli direbbe, a uso di Fedro: Stulte nudabit animi conscientiam. Notizia intorno alla Ginevra Non si appartiene a me di giudicare questo libro. Il supremo giudice dei libri, è il tempo. Un libro può essere tre cose: una cosa nulla, una cosa rea, una cosa buona. Il tempo risponde con un immediato silenzio alla prima; con un meno immediato alla seconda; con una più o meno continua riproduzione alla terza. E il suo giudizio è inappellabile. Nondimeno, poiché fu sì fitto e sì lungo il silenzio in cui ci profondarono i nostri confederati tiranni, da potersi veramente affermare, che solamente pochissimi, non modo aliorum, sed etiam nostri, superstites sumus, parmi indispensabile che il nuovo lettore non ignori la storia del libro ch'ora viene innanzi. Fra il 1830 e il 1831, esule ancora imberbe, capitai in Londra, o, più tosto, mi capitò in Londra alle mani un aureo lavoro d'un altro esule, assai più riguardevole e provetto di me, il conte Giovanni Arrivabene: nel quale egli mostrava partitamente tutto quanto quella gran nazione ha trovato, in fatto di pubblica beneficienza, per lenire, se non guarire del tutto, quelle grandi piaghe che le sue medesime instituzioni le hanno aperte nel fianco. Alcuna volta, il cortesissimo autore, più di frequente, il suo giudizioso volume, mi fu guida e scorta nelle mie corse per quegli ospizi. Ed allettato da sì generosa mente a sì generosi studi, li perseverai per quasi tutta Europa, e preparai e dischiusi l'animo a quei grandi dolori, ed a quelle più grandi consolazioni, che l'uomo attinge, respettivamente, dallo spettacolo dei mali dei suoi fratelli più poveri, e da quello delle nobilissime fatiche e dei quasi divini sforzi di coloro che si consacrano a medicarli. Surse finalmente per me il grande νόςτιμον ᾖμαρ, il gran dì del ritorno. Mia madre (quel solo tesoro d'inesausta gioia e d'implacato dolore, secondo che il Fato lo concede o lo ritoglie al mortale) non era più. Essa aveva indarno chiamato a nome il figliolo nell'ora suprema, che l'era battuta ancora in fiore. E quel bisogno di effondersi e di amare, che, secondo l'antica sapienza, dove non ascenda o discenda, si sparge ai lati e si versa su i fratelli, mi rimenò ai più poveri di essi, negli ospizi... negli ospizi di Napoli, che s'informavano inemendabilmente dal prete e dal Borbone. Io vidi, e studiai, l'ospizio dei Trovatelli, che quivi si domanda, della Nunziata: e scrissi le carte che seguiranno. E ch'io dicessi la verità, lo mostrarono le prigioni ove fui tratto, e dove, a quei tempi, la verità s'espiava. Ve n'era, nel libro, per la Polizia e per l'Interno: benché assai meno di quel che all'una ed all'altro non fosse dovuto. Francesco Saverio Delcarretto e Niccolò Santangelo, ministri, l'uno dell'una, l'altro dell'altro, vanitosi amendue, e nemicissimi fra loro (né dirò più di due morti), si presero amendue di bella gara; prima di opprimermi; poi, di rappresentare, l'uno, più furbo, lo scagionato, quasi morso solo l'altro; l'altro, più corrivo, l'inesorabile, quasi morso lui solo: e, dopo aver domandato, prima, amendue di conserto, isole ed esilii; poi, il più furbo, una pena rosata, il più corrivo, il manicomio; Ferdinando secondo, furbissimo fra i tre, mi mandò, dove solo non potevo più nuocere, a casa. Ma le furie governative furono niente a quelle dei preti; dei quali, ritorcendo un motto famoso, si può affermare francamente, che, ovunque sia un'ignobile causa a sostenere, quivi sei certissimo di doverteli trovare fra i piedi. Un Angelo Antonio Scotti, nel suo cupo fondo, ateo dei più schifosi, e, palesemente, autore d'un catechismo governativo, onde Gladstone trasse l'invidioso vero, che il governo borbonico era la negazione di Dio, s'industriava, dalla cattedra e dal pergamo, di fare, del sognato dritto divino dei principi, una nuova e odierna maniera di antropomorfismo. Questo prete cortese, ch'era come il Gran Lama di tutta l'innumerabile gesuiteria EXTRA MUROS, per mostrarsi di parte, corse, co' suoi molti neòfiti, tutte le librerie della città, bruciando il libro ovunque ne trovava copie. Poi, in un suo conventicolo dai Banchi Nuovi, sentenziò solennemente, ch'era bene di bruciare il libro, ma che, assai migliore e più meritorio, sarebbe stato di bruciare l'autore a dirittura. Ed, in attendendo di potermi applicare i nuovi sperati roghi di carbon fossile (ch'è la più viva aspirazione di questa genia), mi denunziò nella Rivista gesuitica la Scienza e la Fede (nobile madre della Civiltà Cattolica) come riunitore d'Italia e, di conseguenza, bestemmiatore di Dio; appunto in proposito di un libro, nel quale, per mezzo della purificazione della creatura, io m'era più ferventemente studiato di sollevare tutti i miei pensieri al Creatore! Ma, qualunque fosse stata l'imperfezione mia e del mio libricciuolo, la Gran Fonte di ogni bene non lasciò senza premio la nobiltà o l'innocenza dell'intenzione. L'onnipotenza dell'opinione pubblica, ch'è la più bella e più immediata derivazione dell'onnipotenza divina, dileguò vittoriosamente tutti que' tetri ed infernali fantasmi. E fatto che fu il sereno intorno, seguì quel miracolo consueto, contra il quale si rompe ogni di qualunque più duro scetticismo. Che, come Dio sa servirsi insino delle stesse perverse passioni degli uomini, e, in somma, insino del male, per asseguire il bene; così, prima, l'amministrazione accagionata, per iscagionar se e rovesciare sopra me il carico di mentitore, poi, le susseguenti, per mostrare se ottime e le precedenti pessime, vennero, di mano in mano, alleggerendo quelle ineffabili miserie. In tanto che, scorsi molti anni, quibus invenes ad senectutem, senes prope ad ipsos exactae aetatis terminos, PER SILENTIUM, venimus; un dì (correva, credo, il cinquantotto) camminando penseroso per la via della Nunziata, ed avendo la mente rivolta assai lontano dalle care ombre della mia giovinezza (fra le quali la Ginevra fu la carissima); un bravo architetto, il cavalier Fazzini, mi chiamò, per nome, dal vestibolo dell'ospizio, ch'era tutto in restauro. E mostrandomi un esemplare del libro, ch'aveva alle mani (e che, a un tratto, mi sembrò come una cara larva che tornasse a salutarmi di là donde mai non si torna!), m'invitò di venir dentro, e di riscontrare se tutto era stato attuato secondo l'intendimento del volume perseguitato! Distrutta la prima nitida e correttissima edizione, la cupidità ne partorì una seconda, che il pericolo rendette grossolana e scorretta, e che il desiderio e la persecuzione consumarono di corto. Ora compie il ventunesim'anno che qualche esemplare strappato n'è pagato una cosa matta. E l'ottenere quello sopra il quale è seguita questa terza edizione, è stato un miracolo dell'amicizia. Torino a dì 1 gennario MDCCCLXII. Antonio Ranieri
The Prince and His Ants

The Prince and His Ants

Author: Luigi Bertelli, Vamba
Publisher:
ISBN:
Pages: 275
Year: 1910
Tired of their school work, three Italian children discuss how they'd rather be a butterfly, cricket or an ant, than do all of the studying they had to do. A mysterious stranger appears and tells the children, "so be it" and the children are transformed into the creatures they wished to be. The story follows the adventures of Gigino (called Ciondolino by the other children) in the world of the ants. He becomes their emperor and then falls to the level of a forlorn exile, wandering around the insect world, until he meets up again with his sister, who had been turned into a butterfly by the mysterious stranger.
De Vita Propria Liber

De Vita Propria Liber

Author: Girolamo Cardano, Jean Stoner
Publisher: New York Review of Books
ISBN: 1590170164
Pages: 291
Year: 2002
A bright star of the Italian Renaissance, Girolamo Cardano was an internationally-sought-after astrologer, physician, and natural philosopher, a creator of modern algebra, and the inventor of the universal joint. Condemned by the Inquisition to house arrest in his old age, Cardano wrote The Book of My Life, an unvarnished and often outrageous account of his character and conduct. Whether discussing his sex life or his diet, the plots of academic rivals or meetings with supernatural beings, or his deep sorrow when his beloved son was executed for murder, Cardano displays the same unbounded curiosity that made him a scientific pioneer. At once picaresque adventure and campus comedy, curriculum vitae, and last will, The Book of My Life is an extraordinary Renaissance self-portrait—a book to set beside Montaigne's Essays and Benvenuto Cellini's Autobiography.
The Doctrine of Awakening

The Doctrine of Awakening

Author: Julius Evola
Publisher: Simon and Schuster
ISBN: 1620558556
Pages: 272
Year: 2018-07-13
In a probing analysis of the oldest Buddhist texts, Julius Evola places the doctrine of liberation in its original context. The early teachings, he suggests, offer the foremost example of an active spirituality that is opposed to the more passive, modern forms of theistic religions. This sophisticated, highly readable analysis of the theory and practice of Buddhist asceticism, first published in Italian in 1943 , elucidates the central truths of the eightfold path and clears away the later accretions of Buddhist doctrine. Evola describes the techniques for conscious liberation from the world of maya and for achieving the state of transcendence beyond dualistic thinking. Most surprisingly, he argues that the widespread belief in reincarnation is not an original Buddhist tenet. Evola presents actual practices of concentration and visualization, and places them in the larger metaphysical context of the Buddhist model of mind and universe. The Doctrine of the Awakening is a provocative study of the teachings of the Buddha by one of Europe's most stimulating thinkers.
The Philosophy of Giambattista Vico

The Philosophy of Giambattista Vico

Author: Benedetto Croce
Publisher:
ISBN:
Pages: 317
Year: 1913