Dolci Dolomiti Book PDF, EPUB Download & Read Online Free

Dolci Dolomiti

Dolci Dolomiti

Author: Rosmarie Pescosta
Publisher:
ISBN:
Pages: 156
Year: 1991

Dolci Dolomiti

Dolci Dolomiti

Author: Heinrich Gasteiger, Gerhard Wieser, Helmut Bachmann
Publisher:
ISBN: 888266614X
Pages: 636
Year: 2010

When in Italy

When in Italy

Author: Carol Plantamura
Publisher: imagine productions
ISBN: 0976909405
Pages:
Year: 2005-01-01
When in Italy is a guidebook written especially for foodies who want peak food experiences when traveling. Many Italian dishes are available only in Italy and only to travelers who know how to find them. When in Italy contains invaluable information about the culture, the customs and the regional foods of Italy that will lead you straight to these unique, delectable Italian dishes. * learn Italian table manners * make Italian waiters your food guide * find restaurants serving the best regional foods * negotiate complex Italian menus * never have a moment of dining regret. Do as the Romans: enjoy the food that is reserved for the insider.
Torte & segreti. Dolci facili e golosi delle Dolomiti

Torte & segreti. Dolci facili e golosi delle Dolomiti

Author: Waltraud Tschurtschenthaler
Publisher:
ISBN: 8868391740
Pages: 208
Year: 2016

Dolci : [90 ricette dalle Dolomiti]

Dolci : [90 ricette dalle Dolomiti]

Author: Rosmarie Pescosta
Publisher:
ISBN:
Pages: 156
Year: 1998

Dolomiti

Dolomiti

Author: Giacomo Bassi, Denis Falconieri, Piero Pasini
Publisher: EDT srl
ISBN: 8859247063
Pages: 336
Year: 2017-12-06T00:00:00+01:00
"Le Dolomiti sono la proiezione verticale di un territorio sorprendente, esprimono un fascino primitivo e maestoso che rapisce lo sguardo e il cuore." (Denis Falconieri, autore Lonely Planet). Esperienze straordinarie: foto suggestive, i consigli degli autori e la vera essenza dei luoghi. Personalizza il tuo viaggio: gli strumenti e gli itinerari per pianificare il viaggio che preferisci. Scelte d’autore: i luoghi più famosi e quelli meno noti per rendere unico il tuo viaggio. Cultura e tradizioni; avventure nella natura; a tavola nelle Dolomiti; escursionismo.
I dolci : il gusto di una tradizione nelle Dolomiti

I dolci : il gusto di una tradizione nelle Dolomiti

Author: Anneliese Kompatscher
Publisher: Athesia
ISBN: 8870145816
Pages: 95
Year: 1996

Il mio Novecento

Il mio Novecento

Author: Sergio Liberi
Publisher: Gangemi Editore spa
ISBN: 8849298250
Pages: 176
Year: 2015-05-29T00:00:00+02:00
Senso di appartenenza al proprio tempo – quello del secolo appena passato – e aspirazione a un'eternità personale ricostruita a ritroso nella memoria di un bisnonno e intravista in figlie e nipoti. Questi i principali temi che hanno condotto l'autore a seguire sei generazioni della sua famiglia lungo gli eventi della Storia riassunti senza enfasi e spesso visti da vicino. Il percorso, delimitato dai confini temporali della vita borghese dalla metà dell''800 ai nostri giorni, parte da brevi accenni ai decenni che videro nascere l'Italia, si sviluppa lungo i tragici periodi delle Guerre e del terrorismo alternati a quelli illusori della Belle Époque e del Miracolo economico, per terminare in un oggi che viene definito e racchiuso nell'amara ma efficace espressione di Confusione. Questo viaggio a ritroso nel tempo, sul doppio binario di eventi mondiali e fatti personali, ricostruisce con efficacia il legame che nel '900 ha unito quei fatti a quegli eventi e ha condizionato la vita dell'autore come quella dei suoi contemporanei. Un filo d'Arianna che consentirà ad ogni lettore di rivivere in prima persona la strada percorsa nel “suo” '900.
Dolci, biscotti, pane e polenta con la farina di mais - Storie e ricette - Veneto e friuli Venezia Giulia

Dolci, biscotti, pane e polenta con la farina di mais - Storie e ricette - Veneto e friuli Venezia Giulia

Author: Gian Paolo Spaliviero
Publisher: Gian Paolo Spaliviero
ISBN: 8822852915
Pages:
Year: 2016-10-05
Le prime notizie sulla coltivazione del mais e di relative polente in Veneto e Friuli, si hanno già verso il 1550-55, prima di altre regioni, probabilmente favorito nella conoscenza dai commerci veneziani e dall’abbondanza d’acqua di queste regioni. Secondo lo studioso Giovanni Beggio la prima semina si ebbe in Veneto nel 1554, per diffondersi prima nelle zone paludose e poi in tutta la pianura Padana. Si cominciò a chiamarlo Grano Turco, per la consuetudine di definire “turco” tutto ciò che era esotico e strano. Una teoria vuole che a Venezia si conoscesse già il mais, proveniente dai territori d’oriente e dalla Turchia, e che venisse impiegato per fare i Zaleti, i tipici biscotti veneziani, ben prima che Colombo scoprisse il nuovo mondo. Viaggiatori tedeschi descrissero le pianure dell’Eufrate coltivate a mais. E d’altro canto esiste il Grano Saraceno, che forse era usato al posto del mais, prima che fosse coltivato. In ogni caso nel XVII secolo si assiste ad un grande sviluppo delle coltivazioni di mais. Diviene via via uno degli elementi principali delle disponibilità alimentari delle classi contadine, rappresentato da quello che rimaneva dopo la spartizione con il proprietario, dato che i contratti di mezzadria prevedevano che la parte del padrone fosse data principalmente in frumento. Nelle varie zone si differenziarono poi i tipi di farina, andando dal grano saraceno, alla farina di mais gialla e quella bianca, macinate più o meno grosse. Velocemente il mais, dopo il suo arrivo nel XVI secolo dalle Americhe, soppianta i cereali minori fino a quel momento impiegati, da soli o in abbinamento con il frumento, per la preparazione di polente cotte, del pane e degli altri prodotti da forno e diventa un indiscusso protagonista. Nelle vicende della cucina povera di tutto il nord della penisola, affiora senza soluzione di continuità il ricordo delle antiche polentine molli, termini come pult, polt, puta, puti, putiscia, putöö, comuni in quasi tutte le tradizioni culinarie della campagna padana, identificano appunto delle papette e farinate, più o meno consistenti, ottenute dalla cottura di farina in acqua o latte, con un’ombra di condimento, e questa tradizione delle farinate o polentine variamente condite è arrivata fino a noi. Scrivere allora della polenta, dei dolci, biscotti e pane, confezionati con la farina di granoturco, vuol dire parlare della tradizione povera delle popolazioni contadine e montanare e della loro cucina rustica di sopravvivenza, in una varietà infinita di elaborazioni. Prima delle grandi carestie del XVII secolo e della rapida propagazione della coltura del mais, si preparavano polente con farina di segale, farro, fraina, miglio, sorgo, orzo, riso e, naturalmente, frumento, per quanto questo cereale potesse essere disponibile. Dalla metà del ‘700, in tutto il Nord della penisola, il mais sostituì quasi completamente (soprattutto nei territori di montagna) le colture cerealicole minori e la polenta gialla..
L'Italia dei dolci

L'Italia dei dolci

Author: Luigi Cremona
Publisher: Touring Editore
ISBN: 8836529313
Pages: 276
Year: 2004

Specialità gastronomica n. 1752. Dolci delle Dolomiti

Specialità gastronomica n. 1752. Dolci delle Dolomiti

Author: Maria Wiesmüller
Publisher:
ISBN: 3854918984
Pages: 80
Year: 2004

Guida Monaci

Guida Monaci

Author:
Publisher:
ISBN:
Pages:
Year:

Alpine Flavours. Authentics Recipes from the Dolomites, the Heart of the Alps

Alpine Flavours. Authentics Recipes from the Dolomites, the Heart of the Alps

Author: Miriam Bacher, Franco Cogoli
Publisher:
ISBN: 8882669858
Pages: 288
Year: 2013

Geologia delle Dolomiti

Geologia delle Dolomiti

Author:
Publisher:
ISBN:
Pages: 619
Year: 1998

Momenti di vita

Momenti di vita

Author: Marco Forni
Publisher:
ISBN:
Pages: 395
Year: 2007